Novità recenti e di prossimo annuncio del Registro Italiano Bici.

Il mondo del contrasto del furto delle bici si muove a velocità vorticosa, per effetto delle novità tecniche ma anche per l'esperienza continuamente accumulata.

La protezione delle biciclette dal furto non richiede solo prodotti, ma servizi da parte di molteplici operatori che solo un'organizzazione affermata come il Registro Italiano Bici è in grado di attivare.
Pensare che una bici si possa difendere dal furto attraverso un semplice prodotto di mercato è del tutto illusorio, come l'esperienza decennale del Registro Italiano Bici ha dimostrato.
Infatti, guardando alla storia di questo settore, è facile notare come gli operatori che hanno puntato esclusivamente su prodotti cosiddetti "risolutivi" si sono estinti o si stanno occupando di altro.
Marchiatura, registrazione, registro nazionale, antifurto meccanico, rastrelliere blocca telaio, velo o bici stazione, Forze di Polizia, negozianti di bici, cittadini, associazioni, amministrazioni comunali, sono solo alcune delle componenti che condizionano l'efficacia di qualsiasi intervento di contrasto al furto delle bici.
Tuttavia ancora molti, e tra questi anche alcune amministrazioni comunali, cedono ingenuamente al canto delle sirene che promuovono interventi risolutivi, per esempio attraverso una macchinetta per punzonare la bici o con l'adozione di microchip, di QRcode e quant'altro.
E poi?
I casi di insuccesso sono sotto gli occhi di tutti!
Il Registro Italiano Bici non ha mai fomentato illusioni, in alcuni casi anche pagando a caro prezzo la sua trasparenza e il suo suo realismo.
Il suo approccio di tipo sistemico (vedi presentazione) prevede di affrontare il contrasto dei furti di bici con prodotti, strumenti, servizi e partnership che evolvono nel tempo, con interventi graduali, in funzione dell'evolversi delle tecnologie ma anche della maturazione e avanzamento della curva di esperienza di questo fenomeno.
Ma il tutto in un quadro organico di scalabilità funzionale ed economica, in grado di preservare gli investimenti fatti dal cliente, che non sono semplicemente economici.

i nuovi servizi evolutivi del Registro Italiano Bici

Il Registro Italiano Bici, quale operatore leader del settore in Italia e sulla base dello sviluppo del marcato e delle necessità emerse, rilascerà a breve alcuni nuovi servizi e prodotti che completano la propria offerta di soluzioni.
Tra questi evidenziamo:
  • Il potenziamento del servizio BUS - Bici Usato Sicuro.
  • L'ampliamento del servizio BikeWatching.
  • Il lancio del nuovo servizio dedicato alle Forze di Polizia denominato BIAP ovvero Bici In Attesa di Proprietario.
  • Un nuovo e aggiuntivo sistema di marchiatura della bici, denominato BiciSicura Definitive.
  • Una nuova linea di antifurto meccanici connotati da un buon livello di sicurezza ad un costo molto competitivo
  • Certificato di proprietà della bici - CDP
  • RIB Education

BUS - Bici Usato Sicuro

Si tratta di un'inizaitiva del Registro Italiano Bici volta a contrastare il furto delle bici intervenendo sul mercato delle bici rubate. Più il ladro ha facilità a piazzare le bici rubate e più bici cercherà di rubare. Limitando i passaggi di proprietà delle bici soltanto a quelle di provenienza certa (REGISTRATE), il ladro vedrà restringersi fortmente il suo mercato e quindi la conveneinza a rubare bici. Per fare questo però serve la collaborazione di due operatori: i negozianti di bici e gli acquirenti delle bici. I primi si debbono impegnare ad accettare in permuta e rivendere solo bici VERIFICATE. I secondi debbono acquistare bici usate solo se SICURE.
Questo servizio nato circa un anno fa, verrà potenziato con nuove funzionalità lato negozianti e lato utente.

BikeWatching

BikeWatching é una specie di passa parola che sfrutta la potenza dei social media. In caso di furto della tua bici, non appena hai effettuato la segnalazione di furto al Registro Italiano Bici, BikeWatcher si preoccupa di inviare a tutti i BikeWatchers della tua città la scheda della bici completa di foto e caratteristiche varie. In caso di individuazione della tua bici, il BikeWatcher invia sempre tramite WhatsApp la segnalazione. Se verrà confermato il ritrovamento, il BikeWatcher riceverà direttamente dal Registro Italiano Bici una ricompensa per la segnalazione andata a buon fine. Alle Forze dell'Ordine, sempre della tua città, il servizio BikeWatcher invierà le informazioni della tua bici appena rubata sia via WhatsApp che via email. Anch'esse saranno allarmate per il recupero della tua bici (tipo foto segnaletiche). Tutto ciò però sarà possibile se la tua iscrizione é attiva. In caso contrario, non partirà la segnalazione a BikeWatching.
Il servizio, che compie due anni di vita, sarà ulteriormente potenziato da nuove funzionalità che renderanno più semplice la segnalazione.

BIAP - Bici In Attesa di Proprietario

Numerose sono le bici che vengono recuperate dalle Forze di Polizia, quali ad esempio polizia di stato, carabinieri, guardia di finanza e polizia locale. Queste, dopo il ritrovamento, nel caso in cui non siano identificabili attraverso a targa del Registro Italiano Bici, finiscono in un magazzino (spesso il Deposito oggetti ritrovati del comune) a disposizione dei cittadini che possono recarvisi per tentarne l'identificazione. Poiché con tale sistema l'identificazione diviene praticamente impraticabile, dopo un anno, come da Codice Civile, vengono messe all'asta e vendute a pochi Euro.
Ed è proprio per migliorare questo sistema di identificazione che il Registro Italiano Bici si appresta a lanciare il servizio BIAP, mettendo a disposizione gratuitamente alle Forze di Polizia un servizio di inserimento, con scheda bici e foto,  di tutte le bici ritrovate nel Registro Italiano Bici, consultabile anche per città e provincia.
I Comandi che fossero interessati a questo nuovo servizio possono già richiederlo in via preliminare, compilando il form riportato a fine pagina.

BiciSicura Definitive

Per tutti coloro che vorranno identificare la propria bici con una marchiatura del tutto analoga alla punzonatura, potranno farlo a casa propria, senza doversi prenotare e recare in officine specializzate ad orari di lavoro, senza imprimere il proprio codice fiscale, dato sensibile, sulla bici e senza doversi sottoporre a interrogatori di terzo grado. Tale innovativo sistema, a differenza della micro-punzonatura, è applicabile a qualsiasi tipo di bici, anche quelle in carbonio o in altra lega speciale.
La tecnologia sottostante è basata sulla micro-incisione per effetto di un composto specifico e brevettato che, passato su un apposito adesivo, incide per corrosione un codice univoco in maniera definitiva sulla bici.
Nota Bene
Non si tratta di un ritorno alla micro-punzonatura ormai obsoleta, non tanto come efficacia di marcatura che è buona, come abbiamo sempre sostenuto, ma come sistema meccanico e organizzativo dai costi troppo elevati.
Con BiciSicura Definitive sarà possibile avere lo stesso risultato della marchiatura a costi decisamente inferiori, con una marchiatura non personale (vedi codice fiscale) ma nazionale e con un intervento in self-service, vale a dire che è l'utente stesso che appone la marchiatura, a casa propria.

Nuova linea di antifurto meccanici

Alla alla tradizionale e consolidata offerta di prodotti Abus, primaria società produttrice di antifurto per bici, il Registro Italiano Bici affiancherà una nuova linea di antifurto meccanici di nuova generazione e dotati di caratteristiche e funzionalità non puramente meccaniche, tipiche dei prodotti Abus, ma anche di natura multimediale.
I nuovi antifurto, come tutti quelli attualmente in offerta, godranno della Garanzia Biennale, ovvero in caso di furto il cliente riceverà come indennizzo un antifurto identico a quello oggetto del furto.
Entro la fine del corrente anno vedranno la luce i primi prodotti della nuova linea.

CDP - Certificato di proprietà della bici

Il Certificato di Proprietà della Bicicletta, detto anche CDP, è analogo al certificato di proprietà dell'automobile. Rappresenta cioè un documento che attesta la proprietà della bici da utilizzare nei casi di passaggio di proprietà della bici stessa. E' richiedibile al Registro Italiano Bici soltanto per le bici marchiate col sistema BiciSicura e che hanno l'iscrizione ai Servizi di Proprietà e Garanzia (SPG) attiva. La sua durata è triennale o decennale in funzione della durata del periodo di iscrizione scelta.
Ha validità legale in quanto, oltre ai dati del proprietario e alla scheda bici inclusa foto, riporta i seguenti importantissimi dati:
  1. Nome del venditore o cedente
  2. C.F./partita IVA del venditore o cedente
  3. Data di acquisto/cessione
  4. Valore economico della bici
  5. N. fattura/scontrino (da allegare in copia)
Nota Bene
Senza i suddetti dati, il certificato di proprietà della bici non potrà ovviamente essere rilasciato.

RIB Education

L'esperienza acquisita sul campo dal Registro Italiano Bici, studiata e applicata ai prodotti e servizi dal BiciSicura Competence Center, deve diventare patrimonio comune di tutta la collettività, proprio per colmare il deficit elevato di cultura, conoscenza e consapevolezza che esiste in merito al furto delle bici.
Ecco che allora il Registro Italiano Bici, proprio per soddisfare tale necessità informativa e educativa, ha raggruppato tutto quanto riguarda la produzione editoriale di guide, tutorial, ricerche, prove sul campo, test, quiz e statistiche è sotto la denominazione RIB Education, curata direttamente dal BSCC - BiciSicura Competence Center, che dispone anche di una visibilità internazionale.
Ci limitiamo qui a citare solo alcune delle pubblicazioni tra le più consultate:

Inviaci le tue osservazioni o richieste di approfondimento

 

* Compila tutti i campi indicati. Grazie!